Mondiali antirazzisti, il programma

Castelfranco Emilia (Mo), 26 giugno 2015 - Dal 1 al 5 luglio, nel parco di Bosco Albergati a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena, tornano i Mondiali Antirazzisti organizzati dall’Uisp. La manifestazione da 19 anni si impegna a contrastare ogni forma di discriminazione attraverso lo sport. Il calcio d’inizio è previsto giovedì 2 luglio alle ore 15: da quel momento prenderanno il via partite non stop, autoarbitrate, con squadre miste composte da migranti, tifoserie ultrà, ragazze e ragazzi di varie città italiane ed estere. Saranno complessivamente oltre 200 le squadre che scenderanno in campo: 170 squadre di calcio e altre 60 tra basket, pallavolo, rugby e tchoukball.

“Dai Mondiali Antirazzisti l’Uisp lancia un messaggio di distensione e di accoglienza sul tema dei migranti, alla società e alla politica – dice Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp – attraverso lo sport vogliamo costruire e non distruggere, c’è bisogno di cazzuole e non di ruspe”. “Mai come quest’anno i Mondiali Antirazzisti toccano un tema di stretta attualità – ha dichiarato Carlo Balestri, responsabile delle politiche internazionali Uisp e dell’organizzazione dei Mondiali Antirazzisti – ogni giorno assistiamo a mille forme di discriminazione e con questa manifestazione lo sport e il calcio dimostrano di lanciare segnali popolari che arrivano a tutti i cittadini,  sui temi della dignità umana e del rispetto”.

Giovedì 2 luglio, alle ore 15, è previsto il calcio d’inizio nei 24 campi di calcio a 7 tracciati nel parco di Bosco Albergati a Castelfranco Emilia (Mo). Giovedì sarà anche dedicato al 70° della Liberazione: nella mattinata sono previste passeggiate partigiane con visita al Museo della Resistenza di Montefiorino (Mo) e il pomeriggio alle 18 si terrà l’incontro sulla Liberazione e sul ruolo delle donne. In serata si terrà il concerto gratuito dei Modena City Ramblers.

Venerdì 3 luglio
sarà il giorno delle partite che si svolgeranno ininterrottamente dalla mattina alla sera. Sono in ballo le qualificazioni al torneo “meno competitivo del mondo”. Scenderà in campo anche Damiano Tommasi, con una squadra dell’Associazione Italiana Calciatori. Lo stesso Tommasi, alle 18 darà, vita all’incontro “Diamo un calcio a questo calcio”. Insieme a lui ci saranno anche Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione italiana allenatori calcio; Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp; Luca Di Bartolomei, giornalista; Carlo Paris, direttore di Rai Sport; Matteo Marani, direttore del Guerin Sportivo; Cécile Kyenge Kashetu, parlamentare europea.

Sabato 4 luglio sarà il giorno delle semifinali e finali del torneo. Queste ultime verranno disputate ai rigori. La giornata di sabato sarà dedicata al cinema e ai fumetti. Cass Pennant, scrittore ed ex hooligan inglese, presenterà il suo ultimo film “Beverley”, storia di una teenager di origini africane che nell’Inghilterra degli anni Ottanta lotta per il riconoscimento della propria identità. Alle 18 si terrà il workshop sul fumetto “Storie vissute, storie disegnate”, con la presenza di noti disegnatori. Sabato sera sono previste la festa finale e le premiazioni, mentre domenica 5 luglio ci saranno i saluti alle squadre e le partenze.
I Mondiali Antirazzisti sono organizzati dall’Uisp-Unione Italiana Sport  Per tutti, in collaborazione con l’associazione La Città degli alberi, la fondazione Matteo Bagnaresi, Rete Fare – Football against racism in  Europe, e con il sostegno della Regione Emilia Romagna, del Comune di Castelfranco Emilia, dell’Aic-Associazione Italiana Calciatori, del gruppo Hera e della Cgil.

 

Info:

www.mondialiantirazzisti.orIMG_7112Mod2 nicola_fossella1

Social tagging: > > >

Comments are closed.